Codice della scrittura web…più una sorta di traccia che un vero regolamento

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Che sia sul web o sulla pietra, scrivi in italiano, evita gli errori di ortografia e di grammatica, usa la punteggiatura.

 

codice

Ma sul web:
1.    Usa un linguaggio semplice, comprensibile da tutti.
2.    Costruisci frasi brevi. Usa i verbi alla forma attiva. Elimina gli aggettivi e gli avverbi inutili.
3.    Evita il linguaggio settoriale o tecnico.
4.    Non iniziare il periodo con una subordinata.
5.    Non usare abbreviazioni o acronimi. Se sono assolutamente necessari, scrivili per esteso la prima volta.
6.    L’incipit è, insieme al titolo, il testo più importante, sono gli unici ad essere letti per intero, quindi le parole più importanti devono stare all’inizio.
7.    Usa il metodo della piramide rovesciata. Le prime parole sono quelle a più alta probabilità di lettura, se non contengono indicazioni o informazioni, sarà l’intera frase a essere abbandonata.
8.    Dividi i testi in paragrafi. Ogni paragrafo deve avere sopra e sotto uno spazio che lo separi dagli altri paragrafi del contenuto. In ogni paragrafo sviluppa un solo concetto. E ricordati che:

•    81% degli utenti legge il primo paragrafo
•    71% il secondo
•    63% il terzo
•    32% il quarto

9.    Inserisci dei sottotitoli se il tuo contenuto web è lungo. Dividi il testo in più pagine, cerca di evitare lo scrolling.
10.  Evitare colonne di testo troppo larghe perché difficili da leggere.
11.   Usa le liste sia puntate che numerate

•    il 70% degli utenti guarda l’elenco puntato
•    il 55% quello non puntato

12.    Cita numeri e fatti concreti ogni volta che è possibile.
13.    Cita sempre le fonti e linkale.
14.    Metti in grassetto i termini e i concetti più importanti.
15.    Inserisci link a contenuti di approfondimento.

Poi venne la SEO e l’ottimizzazione dei testi, ma quella è nel Sacro libro della guerra con Google…  insomma è un’altra storia.



I commenti sono chiusi.